Legge elettorale. Come funziona il Rosatellum? Ecco cosa è stato votato ieri

il
Un sistema misto di proporzionale e maggioritario
Il testo sulla legge elettorale uscito dalla commissione è un mix di sistema proporzionale, 64 per cento, e di maggioriario, 36 per cento. È uguale per Camera e Senato. Saranno 231 i deputati e 109 i senatori eletti in collegi maggioritari uninominali: vince chi arriva primo. Saranno invece 386 i deputati e 200 i senatori eletti nei collegi plurinominaliproporzionali. Gli elettori troveranno liste corte bloccate. I candidati saranno fra 2 e 4, e i parlamentari verranno eletti seguendo l’ordine in cui sono stati presentati. Sono ammesse 5 candidature plurime nel proporzionale e una nel maggioritario.
Soglia unica di sbarramento al 3 per cento
Per accedere alla ripartizione dei seggi sia per la Camera che per il Senato bisognerà superare la soglia di sbarramento fissata al 3 per cento a livello nazionale. Per le coalizioni, invece, l’asticella è fissata al 10 per cento. I voti di una lista coalizzata che non riesce a superare l’1 per cento saranno divisi in maniera proporazionale fra le altre liste. Sotto questa soglia andranno persi. Non è previsto il voto disgiunto e il voto di chi barra solo la parte maggioritaria verrà diviso, sempre in maniera proporzionale, fra le liste che appoggiano quel candidato in quel collegio elettorale.
Un solo voto per assegnare i seggi
Quando arriverà al seggio, l’elettore si vedrà consegnare una sola scheda contenente i simboli dei partiti o delle coalizioni e il nome dei candidati nel collegio uninominale. Dovrà votare solo i simboli, perchè il voto si trasferisce automanticamente sul candidato presentato nel collegio uninominale. Se un candidato viene eletto contemporaneamente nel proporzionale e nel maggioritario scatta il seggio nella parte maggioritaria. In caso di elezione plurima nel proporzionale viene attributo il seggio dove la lista o la coalizione ha ottenuto il risultato più basso.
Una scheda per evitare i brogli 
Quando l’elettore si presenterà al seggio e gli sarà consegnata la scheda troverà due novità. La prima è che la scheda avrà un tagliandino con un numero progresssivo che sarà staccato dallo scrutatore prima di deporla nell’urna. È un meccanismo contro il metodo della “scheda ballerina” con cui si cerca di controllare il voto degli elettori. In pratica si evita che una scheda venga trafugata, votata, data all’elettore che la depone nell’urna e ridà al criminale quella avuta dallo scrutatore.
La seconda novità è che nel frontespizio della scheda saranno spiegate le modalità di voto e di ripartizione dei seggi.
Bocciata la norma anti Berlusconi
La commissione Affari costituzionali ha bocciato, su indicazione del relatore Emanuele Fiano, i quattro emendamenti presentati dai Cinque Stelle che volevano impedire la partecipazione al voto di una lista o di una coalizione che nomini “capo politico” una persona incandidabile o ineleggibile. Situazione in cui si trova attualmente il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi in virtù delle norme della legge Severino che hanno portato alla sua decadenza da senatore dopo la condanna definitiva sancita dalla Corte di Cassazione per il reato di evasione fiscale.
Dimezzate le firme per candidarsi. Esentato Mdp
La commissione ha deciso che per presentarsi alle elezioni in un collegio saranno dimezzate le firme necessarie: da 2.000/1.700 a 750. I partiti che hanno un gruppo parlamentare costituito prima del 15 aprile del 2017 saranno esentati, per questo turno elettorale, dal raccogliere le firme. Scelta che suscita polemiche perché sembra ritagliata su misura per il Movimento democratico e progressista. L’altra novità prevista nella legge elettorale è l’allargamento della platea dei soggetti che potranno autenticare le firme in calce alla lista: potranno farlo anche gli avvocati che hanno il titolo per patrocinare in Cassazione.
[tratto da Repubblica di oggi]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...