Vedo morte ovunque. Anche basta

Riflessione personale, dopo lutto.

Ovunque vedo comunicazione di morte, depressione, messaggi di disperazione, alienazione e adesso – nel calderone – ci mettono pure l’incitamento alla morte.

Ci hanno lanciato addosso uno tsunami di morte da Covid, però adesso si comincia a scoprire (per chi non ci avesse creduto prima) che la gestione dell’emergenza è stata fallimentare (posso dire diabolica?). Fonte: Der Spiegel (dopo mesi che Zambon lamentava leggerezze).

Hanno imposto protocolli (fallimentari si può dire?).

Ci hanno imposto gli arresti domiciliari con provvedimenti illegittimi (si può dire?).

Ci hanno propinato – in piena emergenza ‘pandemica’ – un cambio di governo calato dall’alto che non ha capito nessuno.

Impongono restrizioni “perché la gente muore” (di covid e per covid: in ospedale o a casa, o di stenti).

Hanno silenziato qualsiasi forma d’arte e hanno sospeso il diritto di studiare nelle aule di scuola. Però nei teatri distribuiscono buste della spesa agli artisti che da un anno non sanno di che campare.

Hanno imposto a moltissime attività la chiusura (dopo ingenti investimenti di adeguamento).

Ogni giorno, a ogni ora del giorno, tv, giornali, media e internet sono invasi da notizie sulla morte, sul rischio di morte, sulla paura della morte.

Ci negano lo sport (di contatto, dicono, perché ‘a rischio’), di passeggiare all’aria aperta o andare al mare.

Il rapporto medico-paziente.. ? Se potessi raccontare un’esperienza personale..

Le famiglie sono annichilite. I giovani guardano nel vuoto e si ammutoliscono, oppure tentano il suicidio. I bambini non comprendono e diventano irrequieti.

Poi vedi questo. Un giovane 20enne che vorrebbe scegliere di uccidersi, avendone la possibilità.

Chiedo: ma che schifo è questo? Ma il valore della vita, esattamente, a cosa si è ridotto?

Qual è il modello di società che subdolamente ci suggerisce che gli invalidi sono solo un peso per sé (nascondendo il carico pubblico dietro una scelta individuale), lasciando passare questo messaggio, l’ennesimo, che è meglio morire?

Morte > tutti ne hanno paura a causa del covid e fanno qualunque cosa per scampare ad essa, eppure – d’altro canto – la si cerca con il pretesto che non vale la pena vivere?

Ma quante persone stanno morendo a causa del covid perché non possono essere curate per altre patologie?

Tutto ciò è diabolico, altro che complottismo. Personalmente, se non avessi la fede, avrei mollato gli ormeggi della salute mentale già da un pezzo. Dio ci benedica, ne abbiamo bisogno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...